Gilles de Maistre - Francia 2018 - 98’
4 SE - 1 SM

Mia è una bambina quando stringe una straordinaria amicizia con Charlie, un leoncino bianco nato nell’allevamento dei genitori in Sudafrica. Per anni, i due crescono insieme e condividono ogni cosa. Ormai quattordicenne, Mia scopre che il padre ha intenzione di vendere Charlie ad alcuni bracconieri senza scrupoli. Determinata a salvare il suo migliore amico, non ha altra scelta che scappare con lui.

Sinossi

Mia è una bambina che vive con la famiglia in Sudafrica, dove i genitori possiedono un allevamento di felini. La piccola si sente sola e desidera allontanarsi, ma un giorno stringe amicizia con Charlie, un cucciolo di leone bianco. Dopo alcuni anni però Charlie, ormai divenuto un esemplare adulto, causa molte preoccupazioni ai genitori di Mia, date le sue dimensioni e la sua imprevedibilità dovuta al suo istinto di animale selvatico, sebbene cresciuto in allevamento. Il padre decide perciò di vendere Charlie al migliore offerente, che si rivelerà essere un gruppo di bracconieri senza scrupoli. Mia, decisa a impedire la cosa, sceglie di scappare insieme al leone per portarlo alla riserva naturale di Timbavati al fine di garantirgli la totale protezione.

Approfondimento

Il film è stato girato sotto la supervisione di Kevin Richardson, zoologo esperto di leoni. Il film è stato girato presso la Wegedacht Reserve a 40 chilometri da Pretoria, capitale dello stato del Sudafrica.

Durante l'intero processo di produzione Richardson ha monitorato l’interazione tra i leoni e i bambini, assicurandosi che entrambe le parti fossero trattate con rispetto e in totale sicurezza.

Le riprese sono state fatte durante tre anni, periodo in cui il cucciolo di leone è cresciuto ed è diventato un giovane maschio. Nel frattempo ha fatto parte di un branco di sei leoni, a disposizione del regista e della troupe cinematografica. Questa condizione ha permesso di rispettare le condizioni di vita del leone, animale sociale che vive, allo stato brado, in gruppo.

Durante questo periodo le riprese si sono succedute intensamente, due/tre volte alla settimana così da poter permettere anche ai protagonisti, Mia e la sua famiglia, di costruire un legame con il felino, il più naturale possibile dove il rischio di derive doveva essere assolutamente minimizzato. Dice Richardson in un’intervista:

”Se avessimo voluto concludere le cose in 12 settimane, avremmo avuto bisogno di molti effetti speciali. Non saremmo stati in grado di catturare l'intimità tra la ragazza e il suo leone. In "Mia e il Leone Bianco", quello che vedi sullo schermo è ciò che è realmente accaduto: un leone e una bambina che hanno forgiato un legame incredibile.”.

Una produzione ambiziosa, in cui la giovane Mia e il cucciolo di leone crescono insieme di fronte alla macchina da presa. Una storia potente, coinvolgente, emozionante che commuove, spaventa, rende felici e diverte contemporaneamente.

Dice ancora Richardson a proposito del tema del film: ”L'amicizia doveva essere reale affinché il pubblico si sentisse emotivamente coinvolto e provasse tutta la forza del tradimento. Quindi era cruciale che la nostra bambina fosse in grado di costruire un legame con il leone fin dalla più tenera età. Ho preso in considerazione l'idea di usare mio figlio nel film, ma era troppo giovane. Quindi dovevamo trovare qualcuno abbastanza pazzo da affidarci il suo bambino per un periodo di tre anni, qualcuno che era aperto all'idea di far crescere il proprio figlio accanto ai leoni. E quella era la vera sfida: non si trattava di trovare i figli giusti, quella parte non ci preoccupava. Si trattava di trovare i genitori giusti”

Spunti didattici

Amico/a

Definizione: persona legata a un rapporto di amicizia: è un a. d'infanzia; un vecchio a. di famiglia; consiglio da a., sincero, disinteressato; far l'a, fingersi tale; prov. a. cari e borsa del pari, cioè ‘ugualmente cara’; prov. dagli a. mi guardi Iddio, ché dai nemici mi guardo io; prov. chi trova un amico trova un tesoro; prov. al bisogno si conosce l’amico; prov. patti chiari, a. cari.

L’amicizia

  • Cosa significa per voi avere un amico/a?
  • Che caratteristiche hanno le persone con cui vi legate in un rapporto d’amicizia?
  • Fiducia e tradimento: quali sono le emozioni che provate quando vi sentite di potervi fidare di un amico/a? E quelle che provate quando vi sentiti traditi?
  • Quando fate qualcosa collaborando con un amico/a come vi sentite?
  • Nel film, Mia porterà il leone verso la libertà, nella riserva dove i leoni bianchi sono rispettati. Pensate che sia stato un gesto coraggioso? Questo gesto, secondo voi, ha implicato anche sofferenza per la ragazza?
  • L’amicizia può implicare anche tristezza?
  • Si può essere amici di qualcuno lasciandogli/le la libertà di essere sé stessi e di fare le proprie scelte anche se queste sembrano creare un allontanamento fisico o disaccordi?
  • Si può restare amici anche se non ci si frequenta assiduamente?

Relazione figli genitori

  • Nelle relazioni fra genitori e figli descrivete situazioni in cui vi sentiti rispettati/amati/traditi.
  • Le relazioni importanti possono essere definite relazioni d’amicizia?

Il mondo degli animali

  • Avete un animale domestico con cui trascorrete del tempo?
  • Cosa significa per voi trascorrere del tempo con un animale? Molti genitori regalano un cucciolo ai propri figli e come se regalassero loro un oggetto di peluche. Cosa ne pensate?
  • Lo trattate come un oggetto o come un soggetto?
  • Cosa significa rispettare un animale?